Sidebar

 

Guido Barbujani

Moby Dick
 Registrazioni chiuse
 
5
barbujanni
Data: 8 Ottobre 2020 17:30

Luogo: Piazza Repubblica, Terranuova Bracciolini

Genetista, scrittore e professore universitario italiano. Studioso di genetica delle popolazioni, evoluzione, evoluzione molecolare, genetica umana ed antropologia, ha lavorato nelle Università di Padova, Bologna, State of New York a Stony Brook e Londra. Attualmente insegna Genetica all’Università di Ferrara.

Dopo essersi laureato con lode in Scienze Biologiche nel 1978 presso l'Università di Ferrara, Guido Barbujani si è specializzato in genetica delle popolazioni, concentrandosi su numerosi aspetti della diversità della genetica umana e della biologia evoluzionistica. In collaborazione con Robert R. Sokal, è stato fra i primi a sviluppare i metodi statistici per confrontare dati genetici e linguistici, e per ricostruire così la storia evolutiva delle popolazioni umane.

Autore di quattro romanzi e tre saggi scientifici, uno dei quali in collaborazione con Pietro Cheli, nei suoi studi si è anche occupato di DNA antico, nell'uomo di Cro-Magnon, negli Etruschi e nei Sardi dell'età nuragica, arrivando a dimostrare come il concetto tradizionale di razza non rappresenti una descrizione soddisfacente della diversità umana.

E’ membro dell'"ALFRED (Allele FREquency Database) Advisory Board", nominato dalla National Science Foundation (USA), faculty member della "European School of Medical Genetics", e associate editor delle riviste "BMC Genetics" e "Human Heredity".

Tra i suoi libri, Questione di razza (2003), Dilettanti. Quattro viaggi nei dintorni di Charles Darwin (2004) e, con Pietro Cheli, Sono razzista ma sto cercando di smettere (2008), Europei senza se e senza ma (2008).
Nel 2014 gli è stato assegnato il Premio Napoli con la motivazione: Genetista di fama internazionale, Guido Barbujani si è segnalato per la sua opera di divulgazione scientifica, che ha avuto come oggetti privilegiati l'evoluzione umana e il tema delle ‘razze'; nonché per la sua produzione narrativa, tra fiction, autobiografia e documento. Per entrambe le vie, ha fornito al dibattito culturale utili antidoti a pericolose tendenze ideologizzanti e pseudo-scientifiche. La sua prosa, limpida ed efficace, e il senso innato della narrazione, ne fanno una figura singolare nello scenario italiano dove, a dispetto di Galilei, la qualità media della divulgazione scientifica appare oggi modesta.

Nel 2017 viene nominato socio onorario del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze).

 

Il programma impedirà automaticamente di prenotarsi al raggiungimento del limite massimo di 150 prenotazioni. Dopo l'assegnazione dei posti prenotati il programma potrà consentire la prenotazione di nuovi posti disponibili

 

Posti disponibili
73
Numero di posti
78
Luogo
Tensostruttura Piazza della Repubblica

 

Altre date


  • 8 Ottobre 2020 22:30

Powered by iCagenda